Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2010

Che quest’anno sia stato gratificante o avvilente, fortunato o ingiusto, equilibrato o sfacciatamente di parte, in ogni caso c’è un solo modo per ripagarci della fatica fatta: festeggiare. Lasciarsi andare, scatenarsi, esorcizzare le paure e brindare alla vita e all’ammore. Tutti insieme, tutti in coro. 
Vi auguriamo con tutto il cuore di trascorrere le ultime ore dell’anno così !…E non sparate sul (finto) pianista.

Annunci

Read Full Post »

Che il testo dell’ultima pubblicità di D&G fa dire alla bella Scarlett Johansson le seguenti parole: “Sto cercando. Non so cosa sto cercando, forse tutto, forse niente. Ma quando l’avrò trovato lo saprò.” Ancora scosse per le pregnanti riflessioni, proponiamo una menzione speciale al pubblicitario che ha sviluppato cotanto spot per la profondità del messaggio.

Che certi personaggi proprio non ce la fanno a risultare simpatici. Escono di prigione nemmeno fossero usciti dal Centro di Bellezza della Max Factor, dopo aver pagato 200.000 sterline, accompagnati da una avvocatessa strafichissima, ed invece di andare agli arresti domiciliari  in uno squallido appartemento in una periferia qualsiasi, sono ospiti di Ellingham Hall, magione inglese del XVIII secolo, unica restrizione: un braccialetto elettronico (sicuramente firmato Cavalli). Perdonaci Assange.

Che alla luce dei recenti fatti politici italiani ci sentiamo di divulgare un affettuoso consiglio a parenti ed amici della classe politica tutta, utilizzando un’espressione idiomatica della Capitale: Levateije er vino!

Che i fritti di Natale dovrebbero essere proibiti dopo i 35. A Roma, infatti, c’è chi frigge anche i lacci delle scarpe – lasciare a mollo nella pastella fino a 3 ore prima per fare insaporire bene.

Che il panettone deve avere canditi e uvetta, altrimenti si chiama pandoro. Tutte le altre varianti: tartufone, pandoro white Christmas, viennese, nero delizia, zabaciociok, fior di neve, cioccuvetta, cioccoloso, grand marnier, saint honoré, chantilly, al limoncello, goccia nera, nocciolone, biancorsetto, tiramisù, torta tiffany e tronco di natale (doppi sensi a go go), sono solo inutili mistificazioni.

(altro…)

Read Full Post »

“A distanza di pochi metri, ogni gruppo di turisti seguiva lo stesso itinerario di quello che l’aveva preceduto, indipendentemente dall’entità del gruppo e dall’etnia. Prima sfioravano il Palazzo dei Capitani, poi ondeggiando si rivolgevano alla chiesa di San Francesco, vi scomparivano dentro, ne uscivano rinfrescati, poi si avventuravano nei portici – sotto ai quali anche lui,il professor Vitali, si trovava in quel momento – e infine con una girandola imboccavano via del Trivio sparendoci dentro. (altro…)

Read Full Post »

Se la risposta è no vi consigliamo caldamente di mentire.

Read Full Post »

Si viaggiare, evitando le buche piu’ dure
senza per questo cadere nelle tue paure

Read Full Post »

Se volete avere successo dovete impegnarvi. Che la figosità sia con voi!

Read Full Post »

“Càpita, da bambini, di trovare rifugi oppure costruirseli, uno scatolone, il lenzuolo sulle spalliere di due sedie unite, o sotto il letto. E allora entri nel bozzolo portandoti appresso quello è indispensabile – una bambola o un soldatino, un arco, una fetta di pane, burro e zucchero – dici: “ora è tutto così, ora non mi manca nulla”. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »