Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2011

Il paese è tanto confuso.

Annunci

Read Full Post »

Che Il duodeno è uno dei tre segmenti dell’intestino tenue. Riceve la bile e il succo pancreatico e una delle sue fondamentali funzioni è quella di neutralizzare l’acidità del chimo gastrico mediante una preziosa secrezione alcalina. Quando le sue mucose si infiammano abbiamo la duodenite, il cui nome suadente nasconde perverse gastriti croniche.

Che se dovete comunicare qualcosa ai vostri parenti o amici (anche la più insignificante) è bene che chiamiate in televisione durante qualche trasmissione dal vivo. Omnibus, Verissimo, Geo & Geo. Le cose importanti lasciatele per il concerto di capodanno.

Che quando Napolitano e Bagnasco parlano di ‘disagio morale’ e di ‘decadimento etico’ è evidente che fanno riferimento a tutta la collettività, non a qualcuno in particolare. Resta il dubbio se ce l’abbiano di più con quelle lascive delle massaie o con i fruttivendoli, noti porcelloni.

Che il Signor Maalox conta sul fatto che i consumatori abituali di pasticche antiacido siano sufficientemente stressati per ignorare l’esistenza del duodeno.

Che per fare un bel gol a porta vuota devi prima accertarti che la porta non sia la tua. Qualcuno potrebbe spiegarlo all’opposizione?

(altro…)

Read Full Post »

Notizie di attualità.

Read Full Post »

La natura tende inesorabilmente all’ordine, ad avere la meglio su manifestazioni disordinate quali la vita, la gioventù e l’amore. Questa è quel che si dice una realtà molto difficile da accettare. Ma una speranza c’è, perchè, stando alla spiegazione statistica , l’ordine finale ha la meglio sugli stati disordinati soltanto per ragioni probabilistiche. Tutto finisce solo perchè la fine ha dalla sua il vantaggio della probabilità, come tirare a sorte con una moneta con una testa e un miliardo di croci. Tutto finisce non perchè ogni cosa deve necessariamente finire, ma soltanto perchè le possibilità che una certa cosa non finisca sono troppo basse, praticamente nulle.

Lo dicono gli scienziati, non io. sebbene anch’io cerchi di ripetermelo tutte le volte che mi fermo a pensare al fatto che c’è sempre una possibilità di non guardare in faccia la realtà. E tutte le volte che ci penso, finisco sempre col dire a me stesso quale sollievo sia il sapere che quella possibilità è lì, per quanto non a portata di mano; lì, forse irraggiungibile, magari in qualche posto che non sappiamo, lontana da noi ma comunque nei nostri cuori, nelle nostre speranze più sciocche e più tenere. La possibilità di fare di testa nostra.

Malgrado Tutto.

Tommaso Pincio, Il Budda delle anfetamine

Read Full Post »

Un fiore è il solo dono che porto a te.

Read Full Post »

Che, non si sa se è perchè fanno i concorsi il 30 dicembre o è a causa dell’ottimismo da calendario, dopo il primo Gennaio ogni pubblicità in televisione reclamizza un Prodotto dell’Anno.
Fabbriche Fiat? Prodotto dell’anno!

Che se desiderate comprare un bambino moldavo senza essere beccati, forse, se abitate a Cassino e tutti sanno che siete sterili,  sarebbe consigliabile inscenare anche una finta gravidanza o un cambio di residenza. Mica per altro, ai miracoli non crede più nessuno.

Che il caprifoglio è una pianta che prende il nome dal latino ‘caprifolium’, foglia di capra, e che è comunemente chiamato madreselva. Foglie e fiori sono usati in erboristeria per fare infusi. Ad esempio, immergere 3 grammi di fiori in una tazza d’acqua bollente, lasciare riposare per 5 minuti, filtrare, dolcificare e bere 3 volte al giorno in caso di tosse catarrale.

(altro…)

Read Full Post »

Michael Bedard, The failure of Capitalism

Read Full Post »

Older Posts »