Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Infiltrazioni’ Category

Di come gli inglesi abbiano capito tutto

Ben Volpeliere-Pierrot era il cantante di un gruppo inglese di fine anni ’80, i Curiosity Killed the Cat. All’epoca avevo 13/14 anni e come tutte le ragazzine di quell’età mi innamoravo perdutamente e periodicamente del cantante o attore di turno. Avevo fatto una classifica, proprio come quelle di Rob Fleming, il protagonista di Alta Fedeltà di Nick Hornby e, anche se il mio amore per Ben non era minimamente paragonabile al livello di adorazione che provavo per John Taylor dei Duran Duran – di cui conoscevo data di nascita, bevanda preferita,numero di scarpe e tasso glicemico – Mr. Volpeliere-Pierrot era nella mia top ten grazie all’occhio ceruleo e al nome esotico. Come ogni vera groupie che si rispetti mi ero comunque documentata su di lui e avevo scoperto che il nome  alquanto bizzarro del gruppo di cui faceva parte era in realtà un proverbio inglese:“La curiosità ha ucciso il gatto” sarebbe cioè l’equivalente dell’italico  “Chi si fa gli affari suoi campa cent’anni”.

(altro…)

Read Full Post »

Ti piace la busta gialla? Acquistane una blu!

Ingvar Kamprad nasce a Ljungby, Svezia, il 30 marzo del 1926.

Pare che Kamprad abbia iniziato a fare affari da giovanissimo vendendo fiammiferi per poi espandersi fino alla vendita di penne a sfera e matite.

Pare che fosse anche un bravo studente nonostante affetto da dislessia diseidetica. Difatti il padre, visti gli ottimi risultati scolastici dell’erede, decise di regalargli un po’ di soldi.

Pensate che il giovane Ingvar utilizzò i soldi per farsi una bella vacanza, o magari per comprarsi dei vestiti all’ultima moda, o peggio ancora per sputtanarseli con gli amici in qualche malfamato bar di Ljungby?

No. Il giudizioso Ingvar investì tutti i soldi regalatigli dal padre per fondare quello che poi è diventato il colosso dell’arredamento mondiale.

(altro…)

Read Full Post »

Il pensiero magnetico nasce un poco strisciando

Prima della nascita di Edipo, o forse ancora prima del suo concepimento, Laio fu avvertito da un oracolo che suo figlio lo avrebbe ucciso e avrebbe provocato la rovina della sua stirpe.

Cosa fece Laio? Evitò di copulare con sua moglie Giocasta o tentò, con eroico scatto di reni, un fulmineo coitus interruptus?

Neanche per idea!

Si accoppiò e, una volta nato il figlio, gli trafisse i piedi e lo abbandonò sul monte Citerone.

Tenero papà!

Dopo varie vicissitudini, Edipo incontrò uno sconosciuto nel suo cammino e, a causa di un acceso diverbio, lo uccise. Quello sconosciuto era suo padre Laio.

(altro…)

Read Full Post »